13 Febbraio 2019 – Il giorno in cui Instagram fece un passo indietro..

feb 23, 2019
w2hlg
13 Febbraio 2019 - Il giorno in cui Instagram fece un passo indietro

13 Febbraio 2019 – Il giorno in cui Instagram fece un passo indietro

Chi segue Instagram, molto probabilmente avrà notato (o letto da qualche parte) che il giorno 13 Febbraio di quest’anno (2019) sono stati cancellati milioni di account “fake” e/o “inattivi”, per essere poi riattivati il giorno successivo.

Si è fatto un gran discutere su cosa sia successo, e la versione ufficiale di Instagram è quella che si è trattato di un Bug, prontamente risolto.

Noi di PSG ci siamo fatti una nostra idea, molto fantasiosa, ma certamente in linea con il nostro solito modo di pensare “fuori dagli schemi”.

Immaginate il CEO di Instagram che, in una riunione in cui sono presenti tutti i pezzi grossi della società, illustra i dati in suo possesso e punta il dito verso le migliaia (forse milioni..) di profili fake (o inutilizzati) che inquinano le statistiche della loro amata App, gettando un’ombra di scarsa credibilità verso i loro investitori.

Come risolvere questa situazione imbarazzante? Semplice! Facendo pulizia di profili inutili.

Immaginate ancora che il compito di fare questa pulizia sia stato affidato a stagisti in forza all’azienda, i quali avranno ben pensato di stupire positivamente i loro capi cercando, scovando e cancellando il maggior numero di profili fake registrati sulla loro piattaforma.
Così saranno sicuramente soddisfatti del nostro lavoro“, avranno ingenuamente pensato..

Ed eccoci arrivati al giorno fatidico, ovvero il 13 Febbraio 2019, giorno in cui moltissimi account – sia grandi che piccoli – si sono svegliati con la sorpresa di ritrovarsi molti follower in meno.
Si va da qualche decina, a centinaia, a qualche migliaia, fino a qualche milione di follower cancellati sui profili più importanti.

Potete ben immaginare cosa sia accaduto nelle ore successive..
I centralini (metaforicamente parlando) di Instagram saranno stati subissati di telefonate che chiedevano informazioni su quanto era accaduto.

Adesso.. finchè sono i più “piccoli” a lamentarsi, Instagram avrà risposto loro (ma anche no.. figuriamoci se si sarà disturbato a farlo..) con una prestampato in cui informava che è una routine dell’azienda quella di fare periodicamente pulizia di profili fake (ed in effetti, non era la prima volta che accadeva, sebbene non con questi grossi numeri..).

Ma immaginate cosa avranno provato una Selena Gomez della situazione o una Ariana Grande quando si sono ritrovate con 2.283.624 e 2.315.364 follower in meno (si, avete letto bene: oltre 2 MILIONI !!!), e avrete un quadro più preciso di cosa possa essere realmente accaduto..

Grandi player come questi possono di fatto dettare le regole del gioco.

Continuando la nostra fantastica (e “fantasiosa”) ricostruzione dell’accaduto, è possibile immaginare che questi profili abbiano contattato il CEO di Instagram stesso (avranno senz’altro il suo numero di telefono..) e i toni della conversazione saranno stati più o meno questi:

- “Rimetti le cose come stavano, o cancello il mio profilo dalla tua fottutissima app e porto con me qualche milione di follower su TikTok o Twitter, e poi vediamo quanti altri seguiranno il mio esempio…  :evil: :evil: :evil:
(ps: la parola “fottutissima” appare per gentile concessione dello slang americano.. ;) )

La risposta del CEO sarà stata più o meno la seguente (fingendo di cadere dal cloud..):
- “Perchè, cosa è successo?! Controllo subito..

Tagliando corto, il risultato di tutto questo è possibile sintetizzarlo in pochi punti:

  • situazione follower ripristinata al giorno prima
  • comunicato ufficiale di Instagram, nel quale si scusava per il bug
  • inevitabile perdita di credibilità..

Scordiamo qualcosa?!
Ah, già! Gli stagisti..
A quest’ora saranno già a coltivare qualche pezzo di terra in Ohio.

Sia chiaro: il problema dei profili “fake” è un enorme problema per Instagram, ma il modo di risolverlo sarà ancora oggetto di lunghe e noiose sedute del centro decisionale dell’azienda..

Dimenticavo: chi Instagram lo usa correttamente e promuove il proprio profilo senza acquistare fake follower ha notato una piccola o nessuna perdita di follower.

L’immagine seguente mostra come, ad esempio, il nostro cliente TALOS Gioielli non ha subito alcun impatto da questa manovra di pulizia messa in atto da Instagram, anzi.. il giorno 13 Febbraio ha addirittura aumentato di +127 il numero dei suoi follower.

Crescita follower su Instagram costante

Crescita follower su Instagram costante

Cosa ci insegna tutto questo? Che è bene affidare la crescita e la gestione del proprio profilo Instagram solo a veri professionisti, e non a “fantomatici” venditori di follower fasulli che promettono di farti “guadagnare” migliaia di follower in poche ore..

Guarda la nostra offerta InstaFollower per scoprire in che modo possiamo aiutarti a far crescere il tuo profilo Instagram in tutta sicurezza.

Possiamo aiutare anche il tuo profilo Instagram a crescere regolarmente !